Associazione GIOVANIDEE
 Concorso “Giovani Idee”
 I vincitori e le menzioni della 10ª edizione (2015), sul tema:
 “CIBO, CULTURA E IDENTITÀ”

1° classificato − Premio Franco Scaglia:
"POTATOES IN JACKETS"
Liceum Ogólnoksztalcace Przymierza Rodzin im. Jana Pawla II
Classe 2° M
VARSAVIA − POLONIA



Il primo premio va al film che meglio ha saputo offrire uno spaccato di vita e di relazioni attorno all´esperienza del cibo e lo fa rappresentando un punto di incontro come il caffè, crocevia che si anima delle storie più diverse dei suoi avventori osservate dal punto di vista privilegiato e partecipe del barista.
L´esito finale rivela una puntuale attenzione a tutte le fasi della produzione: una sceneggiatura in grado di focalizzare la tematica e articolarla attraverso la credibilità dei dialoghi, la padronanza del linguaggio cinematografico nelle appropriate scelte di ripresa in grado di accompagnare la naturalezza della recitazione e un montaggio audio−video che determina un esito di apprezzabile scorrevolezza.


2° classificato:
"PIANO B"
Liceo Classico Statale "Ugo Foscolo"
Classe 3° C
PAVIA

Il corto rappresenta in chiave malinconico−apocalittica la fine di un mondo dove l´uomo è destinato a morire a causa della poca importanza data all´alimentazione e si interroga in maniera sapiente e da una prospettiva interessante ed originale, sulla perdita di valore del cibo come elemento di identità e sostentamento.
Il punto di forza del film sta nella sua struttura che riecheggia in maniera originale e stimolante alcuni generi televisivi e cinematografici in voga tra i giovani d´oggi: la crime−fiction, la spy−story e il cosiddetto filone catastrofico hollywoodiano.
La narrazione bene esprime la complessità del legame tra cibo, storia e cultura personale e collettiva grazie all´equilibrata contrapposizione fra parole ed immagini.


3° classificato:
"BUKË, KRIPË DHE ZEMËR (Pane, sale e cuore)"
Qendra e Formimit Professional "Shen Jozefi Zejtar"
Classe 1°, indirizzo Assistenti di ufficio, elettricisti, meccanici
FIER - ALBANIA

Il filmato, di suggestione neorealista, mostra con un buon ritmo come nella vita di una comunità il cibo rappresenta il collante che unisce gli uomini nei momenti di lavoro e di svago.
Sotto lo stesso cielo si muovono tre personaggi colti nella loro quotidianità con lo sguardo diretto e immediato delle riprese effettuate camera a mano. Il cinema torna così ad essere pura osservazione di una realtà che si schiude e rinnova sotto i nostri occhi. L´impianto drammaturgico si auto−focalizza senza artifici, retoriche, manipolazioni e ci regala suggestioni sincere.


Premio Speciale per il miglior cortometraggio di durata inferiore ai 3 minuti:
"L´ALBERO DELLA VITA"
Istituto di Istruzione Superiore "Ivan Piana"
Classe 4° CT, ITIS a indirizzo Elettrotecnica
LOVERE − BG



Il film di cortissimo metraggio ci invita a riflettere sul valore della sovranità alimentare utilizzando in modo semplice e pertinente poche ed efficaci immagini, in grado esprimere un messaggio ampio e articolato.
La forza delle immagini si impone anche grazie alla scelta di aver rinunciato al linguaggio verbale, e la tensione creata dal sapiente montaggio esalta il messaggio finale, qualificando il lavoro come valido e interessante esempio di comunicazione sociale.


Menzioni speciali della giuria:
La Giuria segnala tre cortometraggi che hanno saputo collegare l´esperienza del cibo a una visione complessa che inserisce l´alimentazione in una realtà più ampia: affettiva, culturale e economico−produttiva. La Giuria intende sottolineare la complementarietà di questo triplice punto di vista e sollecita i ragazzi ad assumere un approccio culturalmente ricco al cibo come ad ogni esperienza umana.

"UNA CILIEGIA PER TE?"
Istituto Tecnico Professionale "Duchessa di Galliera"
FULGIS (Fondazione Urban Lab Genoa International School)
Classe 1° L, indirizzo Liceo delle scienze umane
GENOVA

Per il rilievo dato alla componente affettiva, all´insopprimibile ruolo spirituale e simbolico che il cibo sempre riveste nella vita degli uomini.


"LAGANE, CECI ED AGLIANICO"
Istituto di Istruzione Superiore "Quinto Orazio Flacco"
Classe 3° A, indirizzo Liceo Scientifico
VENOSA − PZ

Per la sottolineatura degli aspetti storico−culturali che legano indissolubilmente il cibo con il territorio che lo ha prodotto.


"UNA STORIA IN OGNI CIBO"
Liceo Classico Statale "Vittorio Alfieri"
Classe 2° C, indirizzo Comunicazione
TORINO

Per la scelta e puntuale articolazione dell´inchiesta giornalistica come metodo di indagine per scandagliare la commistione di passioni e conoscenze che caratterizzano l´esito economico−produttivo delle realtà agricole impegnate in prima persona nella filiera alimentare.


 Concorso “Giovani Idee”
 I vincitori e le menzioni della 9ª edizione (2013), sul tema:
 “GIOVANI CITTADINI D´EUROPA.
 Nella prospettiva, più o meno prossima, di un´Europa
 politicamente compiuta, come ci immaginiamo nelle vesti
 di cittadini di un´unica grande nazione/continente?
 Come piacerebbe ai giovani che fosse l´Europa del futuro?
 Con quali aspettative e speranze?.”

1° premio:
Viaggio in una capitale europea, riservato alla classe realizzatrice;

"Entriamo in gioco"
della classe V, indirizzo linguistico, dell´Istituto Santa Umiltà − Liceo delle Scienze Sociali e Liceo Linguistico − di Faenza (RA).



L´ironico gioco degli stereotipi nazionali si scioglie in una fluida scrittura visiva in cui un efficace montaggio parallelo suggerisce le diversità, la necessità e le mancanze di un´Europa ancora tutta da costruire.
La cifra stilistica concilia con freschezza di linguaggio l´ordine dei piani fissi con l´immediatezza della camera a mano.


2° premio:
Borsa di studio.

"To go or not to go"
della classe 11 B/T, specializzazione in teatro, del Munkácsy Mihály Gimnázium di Kaposvár (Ungheria).

La nostra cultura ci salverà: il cortometraggio ce lo racconta senza mezzi termini dominando una complessa narrazione a incastro e una stratificata traduzione visiva.
Il lavoro appare compiuto, ben concepito e confezionato. Il riscatto del protagonista diventa la nostra occasione di riscatto.


3° premio:
Borsa di studio.

"All in one"
della classe I A del LXXXI Liceum Ogólnokształcąace im. Alexandra Fredry di Varsavia (Polonia).

L´Europa è una conquista per questo cortometraggio, che ripercorre il travagliato cammino della Polonia verso l´Unione.
Questo viaggio per immagini è reso con linguaggio diretto, vicino alla forma del videoclip. Ritmo e scansione spezzano la narrazione in episodi autonomi, senza inficiarne l´unità.


MENZIONI SPECIALI assegnate dall?Ambasciatore di Polonia in Vaticano:

  • "TG Fantasma", della classe 5° indirizzo classico−linguistico
    I.I.S.S. "A. Gentileschi" di Napoli.

  • "Zywy Towar (Human Trafficking − Traffico di esseri umani)" della classe 2° B
    Liceum Ogólnokształcące Przymierza Rodzin im. Jana Pawła II di Varsavia (Polonia).

  • "L´unione fa l´Europa" della classe 3° indirizzo linguistico
    Liceo Linguistico "Serve di Maria" di Firenze.



 Concorso “Giovani Idee”
 I vincitori e le menzioni dell´8ª edizione (2012), sul tema:
 “GENERAZIONE DELLA CRISI.
 Quale domani (si) attende un giovane
 se il futuro non è più quello di una volta?”

1° classificato:
"Sognare in tempo di crisi"
Liceo Scientifico "Gobetti−Segrè" di Torino − classe V B, indirizzo tradizionale.


Con una cifra accattivante e un montaggio originale il filmato sviluppa con coerenza il tema proposto, mettendo in luce un abile lavoro di intreccio delle immagini e dei suoni, sostenuto da una narrazione rapida e articolata, capace di utilizzare con ironia diversi registri del linguaggio audiovisivo.


2° classificato:
"I colori della crisi"
Liceo classico della comunicazione dell´Istituto di Istruzione Superiore "Leonardo da Vinci" di Molfetta − classe III C.

La generazione della crisi vuole essere artefice del proprio destino. Il filmato riesce a conciliare con freschezza uno sguardo lucido sull´ambiente ostile, in cui i giovani si trovano a crescere, e la voglia di assumersi un ruolo e una responsabilità nell´Italia di oggi. Tutto questo si esprime nello scarto linguistico tra il registro verbale della denuncia e la sintesi immagine−azione che risolve il cortometraggio.


3° classificato:
"Think Outside the Box "
Liceo Scientifico "Marie Curie" di Pinerolo − classe III C.

Attraverso la messa in scena di un frammento di vita, il cortometraggio racconta le tappe della presa di coscienza di una crisi che sembra risucchiare ogni sogno o speranza, ma che, al contrario, fornisce al protagonista lo stimolo decisivo a perseguire la realizzazione di sé. Una scrittura narrativa, di taglio naturalistico anche nella recitazione, segue l´evoluzione del personaggio, senza paura di coglierne fragilità e sentimenti.


MENZIONI SPECIALI:

  • "Ritorno al futuro", della classe V D, indirizzo grafico-pubblicitario,
    IPSC "Giovanni Caboto" di Chiavari.

  • "Sereno... variabile" della classe V C, indirizzo elettrotecnica,
    Istituto Superiore "Ivan Piana" di Lovere.

  • "Futuro liquido" della classe IV A,
    Liceo delle Scienze Sociali dell´Istituto di Istruzione Superiore "Giovanni Verga" di Modica.



 Concorso “Giovani Idee”
 I vincitori e le menzioni della 7ª edizione (2011), sul tema:
 “L´Italia che attende. Una Repubblica fondata sul lavoro.”


1º classificato
Liceo Classico "Quinto Orazio Flacco", Venosa (PZ) – classe II C.
Work in Regress


"Il cortometraggio fa proprio il modello retorico dello show informativo televisivo per affermare un punto di vista finalmente autonomo, in cui la nuova generazione si scrolla di dosso la mera denuncia della stagnazione del mondo del lavoro, per reagire e assumere un ruolo da protagonista. In tutto questo, l´opera realizzata denota una buona attenzione ai codici, alle tecniche e alle risorse espressive del mezzo audiovisivo."


2° classificato
Istituto superiore "Ivan Piana", Lovere (BG) – classe V C.
Il mattone
"Un registro ironico percorre tutto il cortometraggio, a cominciare dal titolo. La storia rappresentata mette in luce l´ostilità degli assetti dell´attuale mercato del lavoro nei confronti dei giovani e, dall´altra parte, un sentimento di disincanto che, tuttavia, non si traduce in un atteggiamento fatalistico di resa. Gli autori giocano con gli stereotipi dell´immaginario di massa, facendone comunque emergere uno sguardo originale sul tema."


3° classificato
ITCG "E. Fermi", Vittoria (RG) – classe IV A, programmatori.
Il respiro corto del clandestino
"Una sintassi svelta e diretta, mutuata dai codici della comunicazione pubblicitaria, declina il tema proposto nei termini di un´inedita comunanza di destini, nel disagio, tra un giovane italiano di oggi e un migrante, sovvertendo le abituali linee di frattura sociale e culturale. Particolarmente convincente è la linearità della sintesi idea-immagine, priva di sovrastrutture."


Menzioni speciali:

  • IISS Liceo Scientifico "Einstein" e Liceo Classico "Leonardo da Vinci", Molfetta (BA). classe II C, Liceo Classico.
    La rivincita di chi resta

  • Liceo Scientifico "Filippo Lussana", Bergamo – classe IV H, indirizzo naturalistico.
    Sisifo



 Concorso “Giovani Idee”
 I vincitori e le menzioni della 6ª edizione (2010), sul tema:
 “Unità d´Italia, 150 anni insieme. Tra utopia e disincanto.”


1º classificato
Liceo Classico "Leonardo da Vinci", Molfetta (BA) – classe III B, indirizzo Teoria e strategie della comunicazione.
Dietro le quinte dell´Italia unita


"La realizzazione dimostra di avere alle spalle un progetto narrativo e di messinscena elaborato e curato nei dettagli. La qualità anche tecnica del prodotto non soffoca la passione storica e morale che lo sostiene. Particolarmente apprezzabile la scelta dell´ambientazione in uno studio televisivo virtuale, rappresentando nella finzione narrativa un dialogo tra presente e passato, sullo sfondo dell´Unità d´Italia."


2° classificato
Liceo Scientifico "L. Mascheroni", Bergamo – classe IV E, indirizzo P.N.I.
Occhiali
"Convincente l´idea provocatoria di rilanciare la celebrazione dell´Unità invocandone il superamento in un contesto europeo e internazionale dal quale – al di là dell´adesione rituale – gli italiani tendono sostanzialmente a rifuggire. Apprezzabile l´elaborazione del tema in forma narrativa che esprime uno sguardo ironico e scanzonato sulla realtà."


3° classificato
ITIS "E. Divini", San Saverino Marche (MC) – classe V F, indirizzo informatico.
Fratelli d´Italia: il traguardo della solidarietà nazionale, le Marche e il nuovo Rinascimento artistico
per il Risorgimento italiano

"Tecnicamente ben realizzato, il filmato è il risultato di un progetto costruito con cura. La messinscena scarna è funzionale alla qualità dell´operazione nel suo insieme. Persuasiva l´idea di partenza, che valorizza il contributo locale della "periferia" della Nazione alla costruzione di una coscienza unitaria prima di tutto culturale."


Premio speciale
per il miglior filmato di durata inferiore ai 3 minuti:
Liceo Scientifico "Gino Segrè", Torino – classe V D.
Noi
"Due mani che si avvicinano su uno sfondo bianco. Originale la scelta di sviluppare il tema attraverso la potenza della metafora, mettendo in luce le motivazioni della convivenza civile oggi, a centocinquant´anni dall´Unità. La sintesi idea-immagine esprime una purezza di sguardo che evita ogni rischio di retorica storica e politica, per andare dritta al punto: perché degli adolescenti del 2010 dovrebbero credere nella comunità nazionale?"


Menzioni speciali:

  • Istituto Superiore "Ivan Piana", Lovere (BG). classe V C ITIS, indirizzo Elettrotecnica.
    Giovane Italia

  • Liceo Classico "Giuseppe Garibaldi", Palermo – classe IV D.
    Tutto cambia per non cambiare niente



 Concorso “Giovani Idee”
 I vincitori della 5ª edizione (2009), sul tema:
 Volti e storie di una città (dis)integrata. L’immigrazione nell’era dell’i−Pod.
1° classificato
Liceo Scientifico “Maria Curie”, Pinerolo (TO) - classe IV C indirizzo informatico
Tra scontro e incontro.


“Il cortometraggio, costruito ‘Tra scontro e incontro’, riscrive una scena-chiave dell’immaginario cinematografico, il duello, in termini di una frizzante satira di costume. Il gioco a specchio delle identità e delle differenze rivela un’originalità di sguardo sul tema dell’immigrazione, per l’ironia degli attori, l’assenza di retorica e una sceneggiatura asciutta”

2° classificato
Liceo Scientifico “Gino Segrè”, Torino - classe IV A indirizzo bilingue inglese-spagnolo
Ciak... si integra.
"Attraverso un linguaggio rapido, a spot, preso dalla pubblicità, il video mostra il cammino di un’integrazione possibile, senza ‘buonismi’, con un pizzico di tenera ingenuità ma anche con la voglia di non abbassare gli occhi di fronte al nostro tempo. La corrispondenza tra immagini e parola scritta si rivela una scelta efficace, per esprimere la fiducia e la consapevolezza dell’irriversibilità dei processi in atto."

3° classificato
Liceo Scientifico “Filippo Lussana”, Bergamo - classe IV M
C’era una volta “Cuore”
"Prendendo spunto dal celebre libro Cuore di De Amicis, ma riattualizzandolo con uno sguardo sull’oggi, questo cortometraggio affronta il tema dell’immigrazione e delle integrazioni in modo originale e senza patetismi, mettendo in luce le contraddizioni della società in cui viviamo, in bilico tra spinte di accoglienza e esclusione. Efficace la scelta di un registro ironico e di un linguaggio comunicativo, dove tuttavia la (dis)integrazione dei nostri tempi emerge in tutta la sua problematicità."

4° classificati ex aequo
Collegio Vescovile “Sant´Alessandro”, Bergamo - IV C Liceo Scientifico
La natura umana.

Liceo Classico “Paolo Sarpi”, Bergamo - classe III F
C’è più gusto

Liceo Scientifico “Lorenzo Mascheroni”, Bergamo - classe IV B
Password: Connect your I-Pod

Liceo Classico-Linguistico “Carmine Sylos”, Bitonto (BA) – classe III A Liceo Classico
Convivialità & Differenze


Liceo Classico “Carmine Sylos”, Terlizzi (BA) - classe II A
Il muro

Liceo Scientifico Linguistico e Classico “G. Giolitti – G.B. Gandino”, Bra (CN) - classe IV C Liceo Scientifico PNI
Dis-integrazione? No, grazie!!!

Istituto Polispecialistico “Artemisia Gentileschi”, Napoli – classe V
Integrazione: dounloading…

Liceo Classico “Giuseppe Garibaldi”, Palermo – corso D
Strano che sono straniero in un mondo in cui siamo tutti esseri umani

Premio speciale
per il miglior filmato di durata inferiore ai 3 minuti:
Liceo Scientifico “Maria Curie”, Pinerolo (TO) - classe IV C indirizzo informatico
Tra scontro e incontro
 Concorso “Giovani Idee”
 I vincitori della 4° edizione (2008), sul tema:
 Natura e uomo. Voci del pianeta malato
1° classificato:
Liceo Scientifico Mascheroni, Bergamo - classe V G
Fate girare la voce


"Per l´originalità del soggetto, che intreccia l´informazione ambientale con un breve teen-drama, il suo sviluppo narrativo, la concretezza del punto di vista scelto, il coinvolgimento delle persone, l´articolazione degli spazi urbani e privati, la qualità complessiva dell´immagine. Pur con inevitabili ingenuità, il cortometraggio raggiunge l´obbiettivo posto dal concorso, in modo chiaro ed efficace, senza rinunciare a un pizzico di ironia."

2° classificato:
Liceo Scientifico Giolitti - Gandino, Bra (CN) - classe V C
Pensa differente: differenzia
"Riesce a liberarsi della retorica delle parole, per distillare il tema ecologico in un´immagine e in una metafora visiva. Non è una scelta comune, e dimostra una consapevolezza della natura del linguaggio per immagini. Al tempo stesso, il cortometraggio ha il pregio di calare il tema ecologico all´interno dei comportamenti quotidiani più privati e banali, giocando con un filo d´ironia sulle proprie responsabilità."

3° classificato:
Liceo Scientifico Segré, Torino - classe IV C
Si può fare di più
"Sviluppa il tema proposto in forma di documentario, intrecciando la questione dei comportamenti individuali verso l´ambiente con un´accurata informazione circa le conseguenze collettive che essi determinano. Pur mostrando problemi di sintesi, e faticando a rientrare nei tempi previsti, il video si fa apprezzare per la precisione del taglio didattico-divulgativo, accompagnato da un attento lavoro di postproduzione e da una consapevole ricerca di uno stile."

4° classificati ex aequo:
Collegio Vescovile Sant´Alessandro, Bergamo - classe IV C Liceo Scientifico
La casa che non c´è

Liceo Classico Sarpi, Bergamo - classe II C
Scene di una quotidiana emergenza

Liceo Classico Garibaldi, Palermo - classe V I
Un tesoro da salvare

Liceo Scientifico Lussana, Bergamo - classe IV I
L'Oasi della Laguna di Orbetello
(4° I into the wild... in una riserva naturale del WWF)

Istituto Statale Gentileschi, Napoli
Napoli ieri oggi e domani

Liceo Scientifico Curie, Pinerolo (TO) - classe IV Clg
Pane, amore e spazzatura

Liceo Classico-Linguistico Sylos, Bitonto (BA)
Terra, Acqua, Fuoco, Aria: Archè da salvaguardare

Liceo Classico Sylos, Terlizzi (BA) - classe III A
Con uno sguardo "alternativo"